Articoli

Bacchiglione Beat 2020 – 24a edizione

La manifestazione di musica beat più longeva d’Italia.
di Enrico Daniele.

La pandemia Covid-19 non ferma il Bacchiglione Beat 2020, evento musicale giunto alla 24esima edizione, organizzato dall’inossidabile ex “ragazzo dai capelli verdi” Franco Maria Serena, presidente dell’associazione da cui prende il nome la manifestazione che, senza tema di smentita, è considerata la più longeva d’Italia per la musica di genere.
Dopo il lungo peregrinare negli anni tra i suggestivi palcoscenici dell’Arena Romana, del Portello, con lo splendido palco galleggiante, e del Parco della Musica, quest’anno le cinque serate si terranno al Social Park del Parco Venturini Natale (ex Fistomba) già teatro delle prime edizioni della manifestazione.
Ricco e vario il programma, come da tradizione, che inizierà il primo fine settimana di agosto, sabato 1 e domenica 2, per proseguire venerdì 7 e sabato 8, con la serata conclusiva prevista per martedì 11. I concerti avranno inizio alle ore 20,30 con ingresso libero per tutti.
Un’occasione di ritrovo per artisti, musicisti, cantanti e i tanti appassionati, molti dei quali hanno vissuto in prima persona l’epopea del beat in Italia. Un fenomeno, nato sulla scia del successo dei Beatles che, tra la metà degli anni ’60 e i primi anni ’70, ha visto il fiorire nel nostro Paese di innumerevoli “complessi” (come allora venivano definiti i gruppi) chiamati anche “garage band”, perché le improvvisate sale prova erano costituite essenzialmente dalle autorimesse di casa.
Padova diventò una delle città italiane dove maggiore fu l’interesse e lo sviluppo del beat. Infatti, si contarono più di 200 band, alcune delle quali salirono agli onori delle cronache nazionali ed internazionali. Su tutte ricordiamo i mitici Delfini (Renato Levi Minzi, Franco Capovilla, e Sergio Magri e Mario Pace – con il “quinto” Giorgio Castellani), ma anche I Ragazzi dai Capelli Verdi (Franco Serena, Oliviero Peci, Maurizio Elponti, Paolo Giuffrida e Francesco Stoppa) e i Royals (Gabriele Zambon, i fratelli Enrico e Franco Carbucicchio, Silvano Gaffarelli e Amleto Zennaro).
L’offerta musicale di quest’anno si completa con il rinnovamento della ristorazione al Parco Venturini Natale. Ora la scelta è più ampia e completa e sarà possibile cenare con prenotazione, in ottemperanza alle normative anti Covid-19.
Non è cambiato, invece, il direttore artistico del Social Park che quest’anno ospita lo storico festival beat, Lino Gastaldello, altra mitica figura del panorama musicale padovano con formazioni in auge tra gli anni’80 e ’90. Nel raffinato cartellone del Social Park, oltre al Bacchiglione Beat, nelle serate del martedì e venerdì gli eventi live spazieranno a 360° intorno al jazz, latin, blues, rock & reggae, con l’alternarsi sul palco di numerosi artisti di fama nazionale ed internazionale.

Questo il programma completo delle 5 serate del Bacchiglione Beat 2020:
sabato 1 agosto
Dadson; St. Lorenz Street; Ambaradan Rock Beat; Roccaforte; Emozioni.
domenica 2 agosto
The Acoustic Mood Project; The Black Stars; French & Firebirds; Pythagora; Giuliano Girardi; Lele Zambon & Royal Family.
venerdì 7 agosto
Comandante, Dottore, Presidente; The Electric Shock; The Heartbeat Band; Mirko de Fox; The White Blues; Serena Rock Band.
sabato 8 agosto
Paolo Zulian Concept; I Novecento; Barcollo Ensemble; Silver Band; Pensione Beat con Gigi Barichello.
martedì 11 agosto
Patty’s Friends; The Mope; La Vecchia Maniera; Enzo Scibetta Group; Radio City Stars; Maurizio Boldrin.

Per informazioni:
Segreteria organizzativa
333 1823624 – 348 4726313
Per le prenotazioni ristorazione:
342 8437085

Sergio Sgrilli “sold out” al Fistomba: finalmente il cabaret è tornato a Padova

Grande successo per l’evento interamente curato dal Musikkoman.it con Enzo Scibetta di Enrico Daniele Serata indimenticabile, quella del 12 gennaio nel nuovo spazio invernale del Fistomba Social Park, in zona Stanga a Padova.

Grimm Organ Trio al “tempio” del Fistomba Social Park

Calda serata, intima e di qualità nel nuovo spazio invernale voluto da Lino Gastaldello di Enrico Daniele Al Fistomba Social Park continuano gli appuntamenti esclusivi e di qualità musicale indiscussa

Fistomba Social Park, inaugurato il “tempio”

Lino Gastaldello realizza il progetto pensato tre anni fa
Concerto inaugurale dei Koma Wawe
di Enrico Daniele


“Finalmente sono riuscito a realizzare un progetto nato tre anni fa”.
Saluta così il pubblico – composto perlopiù dai suoi amici – Lino Gastaldello, patron del Fistomba Social Park, dal palco di quello che lo stesso gestore definisce il “tempio”.

Sì, perché nell’idea progettuale di Gastaldello, c’era proprio quella di creare uno spazio chiuso, raccolto, quasi intimo, dove poter prolungare il cartellone delle manifestazioni che caratterizza e tiene vivo da molti anni le serate estive al Parco Valentini Natale (ex Fistomba).
Sabato 21 ottobre 2017 il progetto si è finalmente svelato al pubblico. Perciò vi si potranno apprezzare le proposte musicali (oltre al buon cibo della cucina) in un’atmosfera calda, profumata dal legno che caratterizza l’intera struttura, appendice sobria ma accogliente dell’originario spazio bar.

Ad aprire la serata inaugurale non potevano essere altro che i Koma Wawe, formazione nella quale Lino è il “front man”. Con lui i fratelli Santacatterina, Enrico alla chitarra e Carlo alle tastiere, Enrico Dal Bosco e il suo sax, Carlo Calore al basso e “special guest” Massimo Giacomini alla batteria.
Il sestetto ha sfoderato tutto il brillante repertorio fatto di funky, ska, raggae, scritto e musicato negli anni ’80, condito dai testi (rigorosamente in dialetto veneto) che, nonostante gli ormai trent’anni e più da quando furono editati, sono ancora di strettissima attualità.

Non è stato ancora reso noto il calendario dell’attività invernale ma le aspettative sono tante e non vi è dubbio sulla qualità di ciò che Lino e il suo staff saprà presentare al pubblico degli affezionati.

Eventi

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri